Ricordiamo sempre di adottare determinate precauzioni con i telefoni cellulari. In realtà gli effetti gravano anche sugli adulti, ma i più piccoli, per l’anatomia del loro corpo non  ancora del tutto sviluppato nella struttura ossea e cerebrale, sono maggiormente vulnerabili.  Non si ha la certezza di quali siano le reali conseguenze, dalle più importanti ai presunti disturbi dell’attenzione e del sonno.

Quello che possiamo fare, però, è attuare dei cambiamenti ed avere delle accortezze come suggerito dall’Organizzazione Mondiale della Salute. Cosa fare per ridurre le esposizioni alle radiofrequenze?

  1. evitiamo di tenere il cellulare o il cordless vicino alla testa o al corpo mentre aspettiamo la connessione o inviamo un messaggio
  2. riduciamo il tempo e il numero delle chiamate, ancor più se abbiamo in braccio il nostro bimbo. Preferiamo gli sms (anche se ormai surclassati dalle chat), il viva voce o comunque l’auricolare con il filo. Evitiamo di usare il bluetooth
  3. evitiamo di tenere il cellulare in tasca e vicino agli organi riproduttivi, compreso il seno
  4. riduciamo al minimo indispensabile le app sul cellulare, il numero è direttamente proporzionale alle radiazioni emesse
  5. disattiviamo le connessioni wireless quando non sono in uso
  6. in gravidanza poniamo attenzione a dove avviciniamo pc e tablet in connessioni wi fi, magari quando ci mettiamo sul divano con i dispositivi sulle gambe, vicini al grembo o a letto
  7. quando acquistiamo un cellulare possiamo informarci sul SAR (tasso di assorbimento specifico), puntando su quelli con il valore tra i più bassi
  8. disattiviamo la connessione wi fi durante la notte, staccando proprio la spina o spegniamolo.

E poi, una volta rientrate a casa, poggiamo il nostro telefono sulla mensola più alta della libreria  e immergiamoci nei giochi che fanno bene agli occhi, al sorriso e all’umore dei nostri bimbi! Stacchiamo testa e corpo dagli oggetti dei quali ci sembra di non poter più fare a meno, almeno per qualche ora e, soprattutto, quando siamo in compagnia dei piccoli di casa, loro sapranno certamente catturare la nostra attenzione con molte altre attività!

Fonte Mammamama

Leave a Comment